Filtro a carboni attivi

Cosa è un filtro a carboni attivi?

I filtri a carboni attivi sono indicati per la filtrazione dei vapori e delle esalazioni. Particolarmente indicati per la filtrazione delle esalazioni di vernici possono essere utilizzanti anche nell’abbattimento di sostanze volatili come i solventi. .

Come funziona un filtro a carboni attivi?

Il carbone attivo è un materiale molto poroso. Questa caratteristica conferisce al carbone attivo un grande potere assorbente. Negli impianti di aspirazione e filtrazione di esalazioni il flusso d’aria inquinata viene fatta passare attraverso i granuli di carbone attivo presenti nel filtro. Durante l’attraversamento il carbone attivo attrae a se gli agenti inquinanti pulendo l’aria.

Quando devo utilizzare i carboni attivi?

I carboni attivi devono essere utilizzati in presenza di sostanze volatili come i solventi e le esalazioni di vernice. In questo caso l’impianto dovrà essere dotato di un gruppo filtrante contenente carboni attivi. I carboni attivi possono essere utilizzati in presenza di inquinanti misti polveri/fumi e esalazioni, vedi per esempio i fumi di saldatura. In questo caso il flusso di aria inquinante dovrà essere pre-filtrato con una filtrazione meccanica e successivamente trattato con un filtro in carboni attivi.

Futurepropone per i fumi di saldatura una serie di gruppi filtranti misti dove all’interno trovano alloggio una serie di filtri a tasca o ondulati e una filtrazione a carboni attivi.

Carbone attivo

Sapevate che esistono varie tipologie di carboni attivi?

I gruppi filtranti possono essere dotati al loro interno di varie tipologie di carbone attivo. Nella versione standard i nostri gruppi filtranti contengono un carbone attivo adatto ad un’amplia gamma di utilizzi. La scelta del carbone attivo più adatto alla filtrazione degli inquinanti presenti nella vostra realtà produttiva dovrà comunque essere valutata attentamente. Se volete studiare assieme la tipologia di filtro più adatto alle vostre esigenze non esitate a contattarci compilando il form in fondo al documento.

Ma quanti carboni attivi servono per depurare il mio inquinante?

L’inquinante per essere attratto dai carboni attivi hanno bisogno di un certo tempo di contatto. Dato che il flusso d’aria non può essere arrestato, per far si che il filtro funzioni bene, deve contenere al suo interno un certo quantitativo di carbone attivo. La quantità dovrà essere tale da far attraversare il filtro dal flusso d’aria nel tempo minimo necessario per far si che i filtri attraggano a se l’inquinante.

La quantità di carbone attivo da prevedere all’interno del gruppo filtrante dovrà cosi essere calcolata in base alla tipologia di inquinante e alla portata d’aria del sistema di aspirazione.

Vuoi conoscere le nostre proposte relative ai filtri a carboni attivi? Compila il form sottostante e sarai ricontattato per valutare assieme la migliore soluzione per la filtrazione dei tuoi inquinanti..





Per consultare il catalogo...

Le altre tipologie di filtrazione
I filtri a carboni sono soltanto una tipologia gruppi filtranti per gli impianti di aspirazione industriale.
Future propone una serie di prodotti specifici per la filtrazione di varie tipologie di inquinante.
Di seguito potrei trovar le altre soluzioni di filtrazione da noi realizzate:

- Filtro a tasca / ondulato
- Filtro a maniche
- Filtro a cartucce
- Filtro per nebbie oleose
- Filtro elettrostatici