Abbattimento polveri

Abbattimento polveri nell'industria

L'abbattimento polveri è necessario nei processi produttivi che, oltre ai normali prodotti di lavorazione, producono polveri di qualunque specie. L'abbattimento polveri vuol dire ridurre o, quando possibile, impedire che si sviluppino e si diffondano all'interno dell'ambiente di lavoro.

Benefici legati all'abbattimento delle polveri

Grazie all'abbattimento delle polveri un azienda, e con essa le persone che ci lavorano, possono ottenere tre benefici:
- Benefici sulla salute : Chi lavora in un ambiente dove è prodotta la polvere rischia di respirarla o di venirne a contatto con possibili conseguenze sulla salute. Abbattere la polvere vuol dire migliorare la salute delle persone.
- Benefici organizzativi : La polvere prodotta dalle lavorazioni, se non raccolta e abbattuta subito, può spandersi all'interno della realtà produttiva occupando spazio e costringendo gli addetti ad un lavoro di costante pulizia. Lavorare in un ambiente in cui la polvere è stata abbattuta sul nascere aiuta a velocizzare e migliorare i processi produttivi .
- Benefici economici : In base alla tipologia, la polvere abbattuta e recuperata può essere reimmessa nel ciclo produttivo con un risparmio nell'acquisto delle materie prime da lavorare.

Come abbattere le polveri?

Le soluzioni per ridurre o eliminare le polveri devono tener conto della natura della polvere e della sua concentrazione all'interno del luogo di lavoro. Le aree dove si sviluppano le polveri devono essere circoscritte e dotate di un idoneo sistema di aspirazione. Il fluido polveroso aspirato dovrà poi essere raccolto per impedire che si disperda nell'ambiente e possa recare danno alla salute.

La captazione, il punto di partenza di un impianto abbattimento polveri

Per la buona riuscita di un impianto di abbattimento polveri l'aspirazione dovrà essere effettuata il più vicino possibile al luogo di generazione delle polveri. Fatta eccezione per le macchine dotate di sistema di captazione interno, in cui basta collegare l'impianto di aspirazione ad una flangia posta sulla macchina, la captazione viene eseguita con:
- Cappe aspiranti : vere e proprie bocche aspiranti che, in base alla dimensione e alla forma, possono essere fisse, collegate a un braccio snodato o semplicemente ad una tubazione di trasporto. Utilizzate anche per aspirare i fumi;
- Piani e banchi aspiranti : dove la polvere prodotta dalla lavorazione (es. molatura, smerigliatura, taglio plasma) in virtù del peso proprio cade venendo aspirata e raccolta ;
- Pareti aspiranti : da utilizzare in caso di lavorazioni con espulsione di scorie polverose verso una direzione frontale (es. Verniciatura, smerigliatura, ecc.) ;
- Cabine aspiranti : dove la zona di emissione di lavoro viene isolata e la polvere viene aspirata attraverso delle griglie laterali.

L'aspiratore, il motore degli impianti abbattimento polveri

Un impianto di aspirazione e abbattimento polveri per funzionare ha bisogno di un aspiratore. L'aspiratore è un componente meccanico che in fase di utilizzo permette lo spostamento il trasporto del fluido dal punto di captazione al punto di espulsione passando attraverso i filtri. Trattando si di polveri l'aspiratore dovrà essere del tipo medio/alta pressione in funzione del materiale di composizione della polvere (più il materiale è peso maggiore deve essere la pressione supportata dall'aspiratore), del quantitativo di polvere prodotta durante la lavorazione (dal quale deriva anche la portata d'aria necessaria per spostare le polveri) e del tipo di filtro necessario per l'abbattimento delle polveri.
E' importante considerare che la ricerca dell'aspiratore idoneo per l'abbattimento delle polveri dovrà prevedere uno studio approfondito sulle lavorazioni, i filtri necessari per eliminare le polveri e la linea di trasporto dei fluidi.

I depolveratori (o gruppi filtranti), il cuore dei sistemi abbattimento polveri

I depolveratori sono i componenti che si occupano di separare fisicamente le polveri dall'aria contenuta nel fluido aspirato. Nella scelta dei filtri abbattimento polveri più idonei dovranno essere considerati una serie di fattori quali:
- Tipologia di polveri : La composizione delle polveri è di fondamentale importanza per la scelta del materiale componente il setto filtrante: poliestere, poliestere antistatico o cellulosa.
Nota. Il tipo di materiale aspirato influisce anche nella realizzazione dell'impianto e nelle sicurezze ATEX. Per esempio, polveri di farine cereali o alluminio, per la sua natura, sono esplosive e quindi devono essere trattate con specifici prodotti;
- Quantitativo di polveri : prodotte durante la lavorazione. Le polveri aspirate e filtrate si depositano sul fondo del gruppo filtrante. In base al quantitativo dei polveri possono essere pervisti contenitori di raccolta di varie dimensioni. In caso di filtri modulari montati di serie con grosse produzioni di polvere può essere prevista una coclea di recupero che convoglia tutta al polvere in un cassone laterale
- Dimensione della polvere : Quando all'interno del flusso aspirato c'è la presenza di polveri di grosse dimensioni può essere utile pre-filtrare l'aria con un filtro a ciclone per eliminare dal flusso le particelle più grandi e migliorare le prestazioni del gruppo filtrante;
- Presenza di fumi : La lavorazione nel fluido aspirato può richiedere la creazione di un gruppo filtrante misto che si occupi dopo aver abbattuto le polveri dell'abbatimento fumi prodotti dalla lavorazione;
- Presenza di nebbie oleose : Se la lavorazione prevede l'utilizzo di un fluido di raffreddamento dell'utensile e del pezzo lavorato è probabile che si formino delle nebbie oleose. Per questa tipologia di fluido aspirato esistono gruppi filtranti specifici detti filtri per nebbie oleose

Future e l'abbattimento delle polveri

Come premesso ogni tipologia di polvere richiede una specifica tipologia di abbattitore. La scelta dell'impianto più adatto per abbattere le polveri deve prevedere uno studio a monte del responsabile della sicurezza.
La nostra azienda realizza impianti per l'aspirazione delle polveri con gruppi filtro a cartucce o filtro a manica (sui quali si può montare setti filtranti in poliestere, poliestere elettrostatico e cellulosa), aspiratori specifici e prodotti per la captazione (quali cappe, banchi, pareti aspiranti e cabine aspiranti). Se stai cercando un impianto di abbattimento polveri per la tua azienda o semplicemente vuoi saperne di più sui sistemi di abbattimento polveri, non esitare a contattarci compilando il form che segue.

Vuoi saperene di più? Per ricevere gratis tutte le informazioni sui sitemi di abbattiento polveri lascia qui sotto i tuoi dati... sarai ricontattato entro breve...





Per consultare il catalogo...

Riferimenti normativi
La legge in materia di tutela della salute dei lavoratori è precisa nel definire alcune norme comportamentali per preservare la salute dei lavoratori.
L'abbattimento delle polveri è uno degli adempimenti che il datore di lavoro deve adottare per tutelare la salute dei propri lavoratori.
Il D.P.R 303/56 prima la legge 626/94 poi e il Testo unico sulla sicurezza sul lavoro (D.L. 81/2008 ) in seguito, hanno introdotto una serie di principi per la tutela dei lavoratori con l' individuazione dei soggetti responsabili e la descrizione degli adeguamenti tecnici necessari per ridurre i rischi dei lavoratori
L'abbattimento polveri deve essere realizzato previa una analisi dei materiali e dei processi produttivi..
Il responsabile della sicurezza nella stesura del dovrà indicare quali sono i requisiti richiesti per l'abbattimento dei polveri.